MAGGIO MUSICALE 2019 “SECONDA SERATA” CROCEMOSSO 18-05-2019 [CONCLUSO]

La mia posizione

Ottieni i Percorsi

Da Schubert a Ravel nel secondo concerto del “Maggio Musicale” di Crocemosso

Klara Flieder, Christophe Pantillon e Massimo Giuseppe Bianchi sabato 18 maggio alle 21

 
Con  successo straordinario è stato salutato, a Crocemosso, il primo appuntamento del ‘Maggio Musicale 2019’. Un folto pubblico ha salutato, in piedi e con lunghi applausi, il duo “A Corda” formato dalla magnifica Brigitte Stærnes al violino e da Martin Haug alla chitarra. Questa Stagione, che prosegue da sei anni per iniziativa della locale Pro Loco di Crocemosso, conosce un crescente consenso di pubblico e si distingue da anni come una delle più felici iniziative culturali sul territorio. Il secondo appuntamento, 
Sabato 18 maggio alle 21 nella Chiesa Parrocchiale, sarà in scena il trio formato dalla violinista Klara Flieder, dal violoncellista Christophe Pantillon e dal pianista Massimo Giuseppe Bianchi. I tre musicisti eseguiranno un programma assai articolato. Si va dal classicismo del giovane Franz Schubert, con il suo Trio D.28 in un movimento scritto appena adolescente, al romanticismo maturo e citazionista di Felix Mendelssohn che, con l’imponente Trio n.2 in do minore op. 66, firma una delle sue pagine forse più visionarie. Particolarmente interessante l’ultimo tempo, che coniuga in modo convincente un andamento quasi da Studio virtuosistico con il più severo e commovente corale luterano. Ulteriore gemma della serata, il prezioso Trio in la minore di Maurice Ravel. Un capolavoro poetico e luminosissimo, in quattro tempi, tra i più celebri dell’autore del ‘Bolero’.
 
 
Christophe Pantillon è nato a Neuchâtel da una famiglia di musicisti svizzero-americani, ha iniziato lo studio del violoncello con J. P. Guy e Elena Botez, prima di continuare i suoi studi con Heinrich Schiff all’Accademia musicale di Basilea, con Valentin Erben alla Vienna Music University, e con Ralph Kirshbaum al Royal Northern College of Music di Manchester.
Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento, in particolare con Mischa Maisky.
Trasferitosi a Vienna nel 1992, nel 1998 fondò l’Aron Quartet, quartetto stabile dell’Arnold Schönberg Center. E’ inoltre il primo violoncello della Vienna Chamber Orchestra, membro del Leschetizky Trio Vienna; tiene regolarmente concerti con la moglie violinista Klara Flieder.
Suona, sia come solista sia come musicista da camera, in Europa e negli Stati Uniti partecipando a prestigiosi festival internazionali.
Ha avuto il privilegio di suonare con artisti di chiara fama quali Philippe Entremont, Bruno Canino, Marcello Viotti, Neville Marriner, Roger Norrington, Peter Schreier, Thomas Quasthoff, Oleg Maisenberg; ha inoltre suonato musica da camera con componenti dell’Alban Berg Quartet, del Chilingirian Quartet e delle Filarmoniche di Berlino e Vienna.
Nel 2006 ha preso parte ad una Soirée Beethoven con l’attore Gérard Depardieu. 
 
Klara Flieder proviene da una famiglia di musicisti viennesi. Ha studiato con Grete Biedermann al Conservatorio di Vienna ottenendo il Diploma con menzione. Ha poi completato gli studi con Christian Ferras a Parigi ed Arthur Grumiaux a Brussels. Ha inoltre frequentato masterclass con maestri quali Henryk Szeryng, Nathan Milstein e Augustin Dumay.

 

Tiene regolarmente concerti in tutta Europa sia come solista che come membro di formazioni cameristiche. Ha suonato in Festival internazionali (Kuhmo Festival in Finland, Midsummer Music Festival Umea in Svezia, Carinthischer Sommer) e in famose sale da concerto quali Vienna Musikverein, Vienna Konzerthaus, Berlin Philharmonic, Théâtre des Champs-Elysées, the South Bank Center in London.

 

Collabora con celebri musicisti tra cui Pierre Amoyal, Roberto Benzi, Vladimir Mendelssohn ed Ernst Kovacic.

 

È membro del “Leschetizky Trio-Vienna”ed ha registrato per EMI, Dabringhaus & Grimm, Extraplatte and Preiser Records.

 

Klara Flieder ha insegnato alle Università di Vienna e Graz e tiene regolarmente master classes in Austria,Svezia, Italia, Spagna e USA.

 

Dal 2005 è professore di violino presso il Mozarteum di Salzburg.
 
Ad una solida formazione nel solco dei grandi maestri, quali Bruno Canino e György Ligeti, che hanno contribuito a perfezionarne lo stile ed il talento, Massimo Giuseppe Bianchi ha affiancato la carriera musicale ed i propri eclettici interessi per la filosofia, la letteratura e la poesia. Attento divulgatore in ambito radiofonico, curatore di seminari di approfondimento musicale, direttore artistico di varie stagioni musicali, tra le quali Musica a Villa Durio, presso Varallo (Vc) . Pianista con all’attivo un copioso numero di album, tra i quali ricordiamo Castelnuovo-Tedesco: Piano Quintets 1 e 2 con Aron Quartet (CPO) e Around Bach (2016) per Decca. Nei suoi concerti affronta spesso opere di rara esecuzione e notevole impegno virtuosistico.Tra le numerose collaborazioni ricordiamo, in ambito cameristico, quelle con Aron Quartett, Antonio Ballista, Bruno Canino, Francesca Dego, Jack Liebeck, Domenico Nordio, in ambito jazzistico, Louis Sclavis, Paolo Damiani ed Enrico Pieranunzi.
 
Ingresso a offerta libera. Si ringrazia la Farmacia dott. Clivati di Crocemosso, Il Comune di Valdilana, la Pro Loco di Crocemosso, il Parroco don Mario, Biverbanca e tutti gli sponsor. Per informazioni contattateci usando l’apposito modulo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.