Archivi categoria: Eventi

MAGGIO MUSICALE 2019 “terza SERATA” CROCEMOSSO 01-06-2019 [CONCLUSO]

Sabato 1 giugno al Maggio Musicale i capolavori di Josquin Des Prez
Con il soprano Michela Antenucci e il liuto rinascimentale di Michele Cinquina

Il concerto conclusivo del Maggio Musicale di Crocemosso, Sabato 1 Giugno alle ore 21, presenta un meraviglioso programma interamente dedicato alle opere del grandissimo compositore franco fiammingo Josquin Des Prez, attraverso intavolature per liuto e trascrizioni ad intavolatura con l’aggiunta della voce.
Josquin è giustamente considerato il musicista più importante e rappresentativo del Rinascimento e le sue opere, che stregarono personalità come Martin Lutero, Giovanni Pierluigi da Palestrina  e Orlando Di Lasso, sono considerate a tutt’oggi un modello luminoso dai compositori contemporanei più avanzati.
Gli straordinari interpreti del concerto saranno il soprano Michela Antenucci e Michele Cinquina al liuto rinascimentale.

Michele Cinquina è laureato con il massimo dei voti e la lode in “Mestieri della musica e dello spettacolo – Management degli spettacoli musicali” all’Università degli Studi di Macerata sotto la guida del prof. Vincenzo Caporaletti, con una tesi dal titolo “Prassi creative-estemporanee nel repertorio per Tiorba”.
Il suo grande interesse verso la musica antica lo ha portato a studiare il liuto e la tiorba sotto l’attenta guida del maestro Franco Pavan presso il Conservatorio Statale “E. F. Dall’Abaco” di Verona e successivamente con Jakob Lindberg.
Con liuto, tiorba e chitarra barocca, in qualità di accompagnatore e continuista ha eseguito concerti con cantanti, gruppi cameristici ed orchestre barocche tra cui l’orchestra “Oficina Musicum” per la Johannes Passion di Bach e le Quattro Stagioni di Vivaldi, l'”Accademia degli Invaghiti“di Mantova, ScarlattiLab, l’orchestra de “i Turchini” diretta dal M° Toni Florio per la prima esecuzione in tempi moderni della “Passione secondo Giovanni” di G. Veneziano, Cantimbanco. Con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Verona ha tenuto numerosi concerti e suonato in qualità di tiorbista e liutista le Sacrae Symphoniae di G. Gabrieli, la Trauer Ode di Bach e il Vespro per Santa Lucia di F. Cavalli diretto dal M° F. Pavan .
E’ fondatore e direttore dell’ensemble “Ghirlanda Sacra” dedito alla ricerca ed esecuzione del repertorio sacro rinascimentale e barocco, e del duo “Rovene” assieme alla mandolinista torinese Elena Parasacco. E’ altresì presidente dell’Associazione Culturale “La Cartella Musicale” che ha in se un’omonima orchestra di strumenti antichi di cui è direttore.
Il suo repertorio, sia “a solo” che da “camera” si estende dal XVI sec. al XX sec. curando, con particolare attenzione, la prassi esecutiva e strumentale delle varie epoche storiche.

Michela Antenucci, nata a Isernia, studia canto con Antonio Lemmo conse¬guendo il diploma accademico di secondo livello e poi frequentando corsi di perfezionamento. Ha vinto numerosi concorsi lirici internazionali, tra cui il più recente è l’Ottavio Ziino 2016. Al Rossini Opera Festival del 2008 è stata Madama Cortese nel Viaggio a Reims. Allie¬va dell’Accademia del Belcanto “Rodolfo Celletti” nel 2012, viene impegnata in quattro produzio¬ni del Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, dove, nel 2013, torna come Cintia ne L’Ambizione delusa di Leo¬nardo Leo. Da allora amplia il suo repertorio con quello barocco e madrigalistico, collaborando – anche per palcoscenici internazionali – con l’associazione La Risonanza e il M° Bonizzoli e con l’associazione Costanzo Porta ed il M° Greco.
Sin dal debutto nel 2012 a Napoli, è una presenza costante nella Traviata con la regia di Ferzan Özpetek, diretta da Mariotti, Santi, Palumbo. Nel 2015, sempre al San Carlo e poi a Budapest, è Laura nella Lu¬isa Miller. Nel 2016 e 2017 si esibisce a Tokyo con la Tokyo New City Orchestra per i concerti di Capodanno. A marzo 2016 è Nannetta nel Falstaff di Verdi al Teatro San Carlo. A luglio 2017 è Angelica nell’Orlando furioso di Vivaldi con I Barocchisti e il Diego Fasolis; a novembre è la volta della prima mondiale dell’Olimpiade di Leo, nel ruolo di Aminta, ancora al San Carlo. Fra i tanti titoli interpretati, L’elisir d’amore, La medium, Le nozze di Figaro, La serva padrona, La bohème, Il barbiere di Siviglia e Rigoletto.
Appuntamento alle 21 nella Chiesa parrocchiale di Crocemosso.
Per ogni informazione scrivere attraverso l’apposito modulo di contatto del sito.
I concerti  sono organizzati dalla Pro Loco di Crocemosso in collaborazione con l’Associazione “Musica con le Ali” e la Parrocchia di Crocemosso. Ingresso a offerta libera.

Si ringraziano:

AMMINISTRAZIONE COMUNALE di VALDILANA
F.T.C. SRL – PONZONE di VALDILANA
PROSINO SRL – GRIGNASCO
Fam. GHELLER – TONSO
SCATOLIFICIO STELLA Snc – Fraz. PREMARCIA di VALDILANA
Farmacia CLIVATI Dr. Graziano – CROCEMOSSO di VALDILANA
STAR CO Srl COFFEE TIME – BIELLA
IL GIARDINO di Perazzi Massimo – GRIGNASCO
BIVERBANCA – Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli
Tutti gli Amici del MAGGIO MUSICALE

Prossimo Appuntamento   MAGGIO 2020

MAGGIO MUSICALE 2019 “SECONDA SERATA” CROCEMOSSO 18-05-2019 [CONCLUSO]

La mia posizione

Ottieni i Percorsi

Da Schubert a Ravel nel secondo concerto del “Maggio Musicale” di Crocemosso

Klara Flieder, Christophe Pantillon e Massimo Giuseppe Bianchi sabato 18 maggio alle 21

 
Con  successo straordinario è stato salutato, a Crocemosso, il primo appuntamento del ‘Maggio Musicale 2019’. Un folto pubblico ha salutato, in piedi e con lunghi applausi, il duo “A Corda” formato dalla magnifica Brigitte Stærnes al violino e da Martin Haug alla chitarra. Questa Stagione, che prosegue da sei anni per iniziativa della locale Pro Loco di Crocemosso, conosce un crescente consenso di pubblico e si distingue da anni come una delle più felici iniziative culturali sul territorio. Il secondo appuntamento, 
Sabato 18 maggio alle 21 nella Chiesa Parrocchiale, sarà in scena il trio formato dalla violinista Klara Flieder, dal violoncellista Christophe Pantillon e dal pianista Massimo Giuseppe Bianchi. I tre musicisti eseguiranno un programma assai articolato. Si va dal classicismo del giovane Franz Schubert, con il suo Trio D.28 in un movimento scritto appena adolescente, al romanticismo maturo e citazionista di Felix Mendelssohn che, con l’imponente Trio n.2 in do minore op. 66, firma una delle sue pagine forse più visionarie. Particolarmente interessante l’ultimo tempo, che coniuga in modo convincente un andamento quasi da Studio virtuosistico con il più severo e commovente corale luterano. Ulteriore gemma della serata, il prezioso Trio in la minore di Maurice Ravel. Un capolavoro poetico e luminosissimo, in quattro tempi, tra i più celebri dell’autore del ‘Bolero’.
 
 
Christophe Pantillon è nato a Neuchâtel da una famiglia di musicisti svizzero-americani, ha iniziato lo studio del violoncello con J. P. Guy e Elena Botez, prima di continuare i suoi studi con Heinrich Schiff all’Accademia musicale di Basilea, con Valentin Erben alla Vienna Music University, e con Ralph Kirshbaum al Royal Northern College of Music di Manchester.
Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento, in particolare con Mischa Maisky.
Trasferitosi a Vienna nel 1992, nel 1998 fondò l’Aron Quartet, quartetto stabile dell’Arnold Schönberg Center. E’ inoltre il primo violoncello della Vienna Chamber Orchestra, membro del Leschetizky Trio Vienna; tiene regolarmente concerti con la moglie violinista Klara Flieder.
Suona, sia come solista sia come musicista da camera, in Europa e negli Stati Uniti partecipando a prestigiosi festival internazionali.
Ha avuto il privilegio di suonare con artisti di chiara fama quali Philippe Entremont, Bruno Canino, Marcello Viotti, Neville Marriner, Roger Norrington, Peter Schreier, Thomas Quasthoff, Oleg Maisenberg; ha inoltre suonato musica da camera con componenti dell’Alban Berg Quartet, del Chilingirian Quartet e delle Filarmoniche di Berlino e Vienna.
Nel 2006 ha preso parte ad una Soirée Beethoven con l’attore Gérard Depardieu. 
 
Klara Flieder proviene da una famiglia di musicisti viennesi. Ha studiato con Grete Biedermann al Conservatorio di Vienna ottenendo il Diploma con menzione. Ha poi completato gli studi con Christian Ferras a Parigi ed Arthur Grumiaux a Brussels. Ha inoltre frequentato masterclass con maestri quali Henryk Szeryng, Nathan Milstein e Augustin Dumay.

 

Tiene regolarmente concerti in tutta Europa sia come solista che come membro di formazioni cameristiche. Ha suonato in Festival internazionali (Kuhmo Festival in Finland, Midsummer Music Festival Umea in Svezia, Carinthischer Sommer) e in famose sale da concerto quali Vienna Musikverein, Vienna Konzerthaus, Berlin Philharmonic, Théâtre des Champs-Elysées, the South Bank Center in London.

 

Collabora con celebri musicisti tra cui Pierre Amoyal, Roberto Benzi, Vladimir Mendelssohn ed Ernst Kovacic.

 

È membro del “Leschetizky Trio-Vienna”ed ha registrato per EMI, Dabringhaus & Grimm, Extraplatte and Preiser Records.

 

Klara Flieder ha insegnato alle Università di Vienna e Graz e tiene regolarmente master classes in Austria,Svezia, Italia, Spagna e USA.

 

Dal 2005 è professore di violino presso il Mozarteum di Salzburg.
 
Ad una solida formazione nel solco dei grandi maestri, quali Bruno Canino e György Ligeti, che hanno contribuito a perfezionarne lo stile ed il talento, Massimo Giuseppe Bianchi ha affiancato la carriera musicale ed i propri eclettici interessi per la filosofia, la letteratura e la poesia. Attento divulgatore in ambito radiofonico, curatore di seminari di approfondimento musicale, direttore artistico di varie stagioni musicali, tra le quali Musica a Villa Durio, presso Varallo (Vc) . Pianista con all’attivo un copioso numero di album, tra i quali ricordiamo Castelnuovo-Tedesco: Piano Quintets 1 e 2 con Aron Quartet (CPO) e Around Bach (2016) per Decca. Nei suoi concerti affronta spesso opere di rara esecuzione e notevole impegno virtuosistico.Tra le numerose collaborazioni ricordiamo, in ambito cameristico, quelle con Aron Quartett, Antonio Ballista, Bruno Canino, Francesca Dego, Jack Liebeck, Domenico Nordio, in ambito jazzistico, Louis Sclavis, Paolo Damiani ed Enrico Pieranunzi.
 
Ingresso a offerta libera. Si ringrazia la Farmacia dott. Clivati di Crocemosso, Il Comune di Valdilana, la Pro Loco di Crocemosso, il Parroco don Mario, Biverbanca e tutti gli sponsor. Per informazioni contattateci usando l’apposito modulo.

MAGGIO MUSICALE 2019 “PRIMA SERATA” CROCEMOSSO 11-05-2019 [CONCLUSO]

Ritorna il “Maggio Musicale” di Crocemosso
Sabato 11 maggio alle 21 il norvegese “Duo a Corda” con musiche italiane e spagnole
 
Il “Maggio Musicale” riapre i battenti anche in questo 2019. L’appuntamento con la grande musica è come sempre a Crocemosso, in provincia di Biella e a pochi chilometri dalla Valsesia. Qui da diversi anni, organizzato dalla locale Pro Loco con il contributo della Farmacia dott. Clivati, di Biverbanca, in collaborazione con l’Associazione “Musica con le Ali” e con la Parrocchia di Crocemosso, con il patrocinio del Comune di Valdilana e il concorso di numerosi sponsor, va in scena un prestigioso Festival di musica classica articolato in tre appuntamenti. Il “Maggio Musicale” ha ospitato nelle edizioni passate musicisti di fama tra cui ricordiamo qui soltanto Monica Bacelli, Massimiliano Damerini, Bruno Canino e Cristiano Rossi. Quest’anno l’apertura, sabato 11 maggio alle ore 21, è affidata allo straordinario duo “A Corda” formato dai norvegesi Brigitte Stærnes al violino e Martin Haug alla chitarra. 
Questo duo, nell’accostare lo strumento a corda “pizzicata” con quello a corda “sfregata” dall’ arco, offre un’insolita combinazione di timbri capace di creare le più raffinate combinazioni sonore. Il programma del concerto propone un primo tempo dedicato ad autori italiani, seguito da un secondo consacrato agli autori spagnoli. Nella prima parte ascolteremo allora un’opera originale per violino e chitarra, il “Duo Concertant” op. 25 del celebre compositore (originario di Bisceglie) Mauro Giuliani (1781-1829), noto soprattutto tra i chitarristi per le sue pagine di acceso virtuosismo, seguito da una Sonata di Antonio Vivaldi (1678-1741) proposta in una trascrizione del duo “A Corda”. Nella seconda gli interpreti proporranno invece 
un’ antologia di notissime celebri pagine del repertorio ispanico, da Enrique Granados (1867-1916) e Pablo de Sarasate (1844-1908) fino a Isaac Albeniz (1860-1909).
Il duo “A corda” suona regolarmente nelle sale da concerto in Italia, Francia, Norvegia, Danimarca, Repubblica Ceca, Russia, Stati Uniti, Spagna ed Estonia, Brasile, Uruguay e Cina. Tra le loro incisioni discografiche, oltre alle indagini sul repertorio spagnolo e latino americano, un CD con alcuni tesori del primo ottocento viennese.
I concerti si tengono nella Chiesa parrocchiale di Crocemosso.
Ingresso a offerta libera. Per ogni informazione contattateti attraverso l’apposito form.
Duo A Corda

Maggio Musicale 2018 “SECONDA SERATA” Crocemosso 12-05-2018

Flauto e organo per il secondo concerto del fortunato
“Maggio Musicale” di Crocemosso

Con Giuseppe Nova e Fabio Merlini, sabato 18 maggio alle 21 nella Chiesa Parrocchiale

Uno straordinario successo ha contraddistinto il primo appuntamento del ‘Maggio Musicale 2013’ di Crocemosso, dove un folto pubblico ha salutato, con lunghi applausi, il duo formato dalla violinista Anna Molinari e dal pianista Riccardo Bisatti. Questa Stagione, giunta all’undicesima edizione, conferma il crescente consenso e si distingue come una delle più felici iniziative culturali in provincia. Il secondo appuntamento, Sabato 12 maggio alle 21 nella Chiesa Parrocchiale, vedrà in scena un duo particolare, quello di flauto e organo.

L’organo di Crocemosso è stato recentemente restaurato e questo concerto rappresenta un’occasione per ascoltare il bellissimo strumento. Il programma è incentrato su opere strumentali di autori celebri per il melodramma, come Donizetti e Verdi, attorniati da altre figure significative come Gaetano Amedeo, che fu uno dei migliori allievi di Rossini, o Ferdinando Provesi, che di Verdi fu il primo maestro, più altri compositori barocchi quali Bach, Haendel, Vivaldi e Benedetto Marcello. La qualità lirica del flauto unita allo spessore timbrico dell’organo crea un amalgama affascinante, ricco di colori e l’appuntamento di sabato 12 è di quelli da non perdere.

Il concerto sarà affidato alle mani di due esecutori d’eccezione, Giuseppe Nova e Fabio Merlini.



Giuseppe Nova è considerato uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione. Il Washington Post ha definito "affascinante" la sua esecuzione nella capitale statunitense, altre critiche attestano "interpretazione illuminata... una straordinaria linea musicale" (il Giornale), "l'arte musicale nella sua perfezione"  (Nice Matin FR), "un dialogo condotto con genialità"  (Nürtinger Zeitung DE) "... semplicemente divino" (Concert Reviews UK), “..raffinata musicalità" The Sunday Times, Malta, "... un'eleganza senza paragone e la naturalezza dell'esecuzione è quella che solo i grandi hanno" (Messaggero Veneto).

Allievo alla celebre Scuola di Maxence Larrieu, ha esordito nel 1982 come solista con l'Orchestra Sinfonica della RAI. Di qui l'inizio di una brillante carriera che lo ha portato a tenere concerti e master Class in Europa, Stati Uniti, Giappone, Cina, esibendosi in celebri sale e festival come Suntory Hall di Tokyo, Parco della Musica di Roma, Conservatorio di Pechino, Castello Esterhàzy, Università di Kyoto, Umbria Jazz, Accademia di Imola, Teatro Rudolfinum di Praga, International Music Camp Seoul, Teatro Filarmonico di Verona.

È stato solista con i Virtuosi di Praga, Camerata Bohemica, Filarmonica di Torino, Orchestre de Cannes Côte d'Azur, Thailand Philharmonic, Orchestra dell'Arena di Verona. Presente nelle giurie di Concorsi Internazionali in Francia e in Giappone, già docente di Conservatorio, all'Accademia di Pescara, alla Scuola di Saluzzo, alla Fondazione Arts Academy di Roma ed Assistente al Conservatorio di Ginevra, insegna alla Fondazione Musicale di Aosta ed è Visiting Artist del St. Mary's College of Maryland. Diverse le sue registrazioni su CD, tra gli altri con Maxence Larrieu, Bruno Canino, Wolfgang Schulz, Arnoldo Foà. Interviste e monografie sono apparse sulla stampa specializzata e la rivista giapponese ‘The Flute’ gli ha dedicato la copertina. Giuseppe Nova è stato inserito, nel volume ‘Il Flauto Traverso’  (edizioni EDT 2003), tra "... gli interpreti che si sono imposti alla fine del secolo... solisti con carriera internazionale..." Suona con un flauto d'oro Powell 19.5 carati, espressamente costruito per lui.

Fabio Merlini è attivo come organista, clavicembalista, pianista, violista e direttore. Ha studiato inoltre direzione d’ orchestra con Giuseppe Lanzetta e composizione con Bruno Bettinelli.

Nel 1991 inizia una brillante carriera come organista e clavicembalista con I Solisti Veneti di Claudio Scimone, orchestra che lo porterà ad esibirsi in veste di solista nelle sale più importanti del mondo come Musikvereinsaal Wien, Mozarteum Salzburg, Sala Tchaikowsky Mosca, Concertgebouw Amsterdam, Lincoln Center New York, Tonhalle Zurich, Opera de Paris, Teatro alla Scala Milano, Osaka Symphony Hall, Teatro Colon Buenos Aires, Chicago Symphony Hall, Megaron Atene, Seoul Arts Center, Singapore Concert Hall, Suntory Hall Tokio, Caracas Auditorium Carreno, Hermitage a San Pietroburgo.

Ha collaborato in veste di accompagnatore con solisti di fama internazionale come Itzhak Perlman, Salvatore Accardo, Isaac Stern, Uto Ughi, Jean Pierre Rampal, James Galway, Cecilia Gasdia, Sabine Mayer, Michala Petri, June Anderson, Katia Ricciarelli, Guy Touvron.

Ha tenuto masterclasses a Caracas, Abu Dhabi, Tokyo e New York.

Registra per case discografiche del calibro di DECCA, RCA Victor, Warner Fonit, Arts, Dynamic , TDK, Tactus e per emittenti televisive di tutto il mondo.Dal 2001 dirige il complesso de I SOLISTI LAUDENSI, giunto quest’ anno al 48º anniversario di attività’ concertistica.

Il concerto è realizzato dalla Pro Loco di Crocemosso, con il sostegno del Comune di Valle Mosso, della Parrocchia, e il concorso di prestigiosi sponsor e della Farmacia dott. Clivati di Crocemosso.

Mini Trail 2017 – Diciassettesima Sagra del Macagn [CONCLUSO]

Ecco il programma della manifestazione a passo libero non competitiva di 7,5 Km che si svolge tra i boschi ed i borghi del nostro paese.

Mini-Trail-Web

Le foto dell’evento: